Week end senza glutine in Lombardia

0 Shares
0
0

Week end senza glutine nell’Oltrepo pavese

Ti racconto il mio ultimo week end senza glutine in Lombardia prima del nuovo Dpcm, così che magari tu possa organizzarti.

Sono onesta, mi sono resa conto di non conoscere molto la Regione in cui vivo, non so se anche per te sia così.

Trovare il posto giusto, poco affollato, in cui passeggiare e sicuro per il senza glutine.

Io sono una dannata rompi maroni, me ne rendo conto, ma quando viaggio mi piace andare in posti belli e pagarli il giusto.

Escluso il Lago di Garda per le condizioni di Brescia e provincia, le grandi città storiche immaginando i corsi affollati, i laghi per la stessa ragione siamo arrivati all’Oltrepo pavese.

Ammetto di non esserci mai andata prima nei miei 34 anni.

Essendo incinta scegliere un luogo sicuro è fondamentale, sia per il Covid che per il cibo.

Non è certo il momento di giocare con un’intossicazione alimentare.

Dove, Come, Perchè

Io e mia madre troviamo in sincro, anche se da case diverse, Prime Alture un Wine Resort nell’Oltrepo Pavese.

Non è prenotabile con Booking e decidiamo quindi di chiamare.

Troviamo posto e già ci sembra incredibile, perchè ammetto che le ricerche sono state tutt’altro che semplici.

week end senza glutine

Il sogno del week end senza glutine in Lombardia sembra possibile.

Una volta prenotato cerchiamo di capire cosa fare e vedere nella zona.

Ci rendiamo subito conto che le passeggiate in vigna molto probabilmente saranno le attività principali.

Abbiamo infatti pensato di evitare Pavia per via degli affolamenti e optato per alcuni borghi, due dei quali abbiamo scoperto essere due borghi più belli d’Italia: Zavaterello e Fortunago.

Solitamente mostre e shopping rientrano nelle attività da cercare insieme ai ristoranti, ma essendo il classico week end ai tempi del Covid ci rimaneva solo il ristorante per il pranzo.

Avevamo una lista di 6 locali suggeriti da amici, solo l’ultimo aveva posto.

Non ti parlerò del ristorante del pranzo perché non è degno di nota, ma ti segnalo quello in cui avrei tanto voluto mangiare Le Cave Cantù.

Prime Alture Wine Resort

Dopo le telefonate ai ristornati abbiamo iniziato a preoccuparci di nuovo per la questione affolamento, ma più ci avvicinavamo alla nostra destinazione e più eravamo nel niente.

Entrate nelle vigne per raggiungere il resort è stato bello da subito.

Uno dei motivi per cui lo abbiamo scelto è che ci sono solo 6 stanze ed è gestito da una famiglia con passione.

Appena arrivati abbiamo avuto la sensazione che fossimo entrati in casa loro.

Ci sono due corpi distinti, il primo che ospita la reception, la zona ristorante e la cantina e il secondo dove ci sono le 6 camere.

Nella bella stagione c’è anche una piscina elegante con vista sulle vigne, che non sottovaluterei.

Ho amato la colazione e la cena, la loro cura per i miei bisogni; per questo ho deciso di titolare l’articolo Week end senza glutine in Lombardia.

week end senza glutine
1
week end senza glutine

Mi ero portata dei grissini e delle fette biscottate per la colazione, ma sono tornate a casa con me.

Non immaginarti il buffet con le torte fresche senza glutine, anche perché il buffet in questo momento non è possibile.

Tra le norme igieniche anti Covid l’eliminazione dei buffet è una delle voci, però un fantastico cestino con tutto ciò che si possa desiderare oltre al pane.

Lo so che se dico week end senza glutine siamo subito portati ad immaginare un mondo di fresco senza glutine, ma posso garantirti che ti sentirai coccolato lo stesso.

week end senza glutine
week end senza glutine
Considerazioni

Dopo tanti mesi senza viaggiare mi sono resa conto di ció a cui davvero non posso rinunciare.

Non ti parleró dei miei sogni e desideri ma dei servizi: 

  • Il distanziamento come concetto e non come richiesta per esempio é un nuovo valore aggiunto.
  • L’attenzione al senza glutine, senza peró l’ansia o il bisogno di evidenziare la differenza fra i piatti. Socialmente ammirevole e spesso sottovalutato.
  • La presenza del pane a tavola senza doverlo chiedere o ricordare.
  • La presentazione del menú con le varianti senza glutine raccontate con sicurezza dal cameriere, invece degli sguardi di smarrimento o delle corse a chiedere in cucina.
  • Il tarallo per l’aperitivo, mostrato e poi aperto per non dover chiedere.

Questo per dire che pur non essendo una struttura che si dichiara senza glutine, l’amore per il proprio lavoro rende tutto possibile.

Come dico sempre sono le persone a fare la differenza.

week end senza glutine

Nota a margine

I navigatori amano suggerire le strade bianche, ma se non sei in moto o con una macchina adatta fai attenzione.

Anche se ad essere sincera il momento più bello è stato proprio trovarci a fare una strada bianca con una macchina del tutto inadeguata.

Non guidavo io e quindi non mi sono preoccupata, ma scesa dall’auto mi sono goduta un senso di libertà e dei profumi incredibili.

SCOPRI LE GLUTEN FREAKS BOX

Gluten freaks box

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like